Un salto in cantina – il Nero di troia e la Cantina Marmo

In vista del nostro evento “Scopri il Nero di Troia” facciamo un salto in cantina ad incontrare la Cantina Marmo. Chi meglio di Paola Marmo, titolare dell’azienda  e grande appassionata di agricoltura può dirci cos’è davvero l’Azienda agricola Marmo.

Il Nero di troia e la Cantina Marmo

L’Azienda Agricola Marmo Maria nasce nel 1999 in Contrada Cocevola, lungo l’itinerario che collega Andria a Castel del Monte. La Cantina Marmo nasce con l’idea di creare prodotti che siano una vera espressione del territorio e dei suoi frutti: coltivati con cura e passione.

Il nome della contrada in cui nasce l’azienda riporta al gergo antico; “Cocevola” o “Cocevolo” è inteso come qualcosa che si cucina facilmente e ciò sintetizza sostanzialmente il binomio perfetto tra la terra e il clima che sono parte integrante dell’anima del nostro territorio. Questo particolare e caratteristico scenario consente all’azienda di sfruttare al meglio le peculiarità del territorio e dar vita al progetto delle “Grandi Varietà Autoctone”.

Dalle distese di ulivi si produce un Extravergine D.O.P “Terra di Bari – Castel del Monte” da monocultivar “Coratina”, olio dal colore verde con riflessi gialli, profumo di carciofo, gusto fruttato e leggermente amarognolo.
Il Progetto Vitivinicolo, invece, vede come soggetto principale il “VANDALO”, “Nero di Troia” in purezza di grande struttura e straordinaria gradevolezza che dall’annata 2010 rientra nella D.O.C.G “Nero di Troia Castel del Monte”.

I prodotti

– “Grazie Paola, è chiarissima l’idea che c’è alla base dell’azienda, ma parlaci ancora un po’ della vostra produzione”

I  Vini

L’Azienda si dedica da subito alla lavorazione delle varietà autoctone, trattate con grande attenzione dal lavoro nei campi alla trasformazione rigorosamente in purezza. Dalle uve “Nero di Troia si ottengono due vini rossi e un rosato, tutti appartenenti alla DOC “Castel del Monte”. 

IL NERO DI TROIA è tra i vitigni pugliesi più antichi. Dapprima utilizzato come uva da taglio, oggi viene sempre più valorizzato nella lavorazione in purezza. E’ un vino strutturato e longevo, dal colore rubino, il profumo fruttato e ricco di polifenoli. Il Progetto Vitivinicolo aziendale, vede come soggetto principale il “VANDALO”, “Nero di Troia” in purezza di grande struttura e straordinaria gradevolezza. Al “Vandalo” sono seguiti altri due vini da Nero di Troia in purezza: il “ROSSO COCEVOLA” e il “ROSATO COCEVOLA”, quest’ ultimo vinificato in bianco.

Il Nostro Olio

Le distese di ulivi a perdita d’occhio sono il primo segno distintivo della nostra Puglia. I nostri alberi di ulivo, esclusivamente da cultivar “coratina”, sono ultraottantenni e i loro frutti vengono raccolti a mano e moliti a ciclo continuo ed estrazione a freddo. L’olio extravergine si presenta denso e profumato con notevoli proprietà organolettiche e salutistiche. La cultivar “coratina” consente di ottenere un olio con una bassissima acidità e un’ alta percentuale di polifenoli. Il sapore è fragrante e persistente ed è indicato nelle diete a ridotto contenuto di colesterolo.
Per la presenza di composti fenolici, di fosfolipidi e delle vitamine liposolubili, l’olio extravergine svolge una funzione preventiva nei confronti di molte malattie.

Estremamente digeribile, previene le patologie del fegato e del cuore e la formazione di radicali liberi causa dell’invecchiamento cellulare. L’olio extravergine “Agricola Marmo” ha un colore verde con riflessi giallo oro, il profumo evoca il carciofo con un leggero retrogusto amarognolo.

L’evento

Se volete saperne di più l’unica soluzione è venire a trovarci in Vinoteca il 12 Aprile per il nostro evento Scopri il Nero di Troia, potete trovare ulteriori info seguendo il link dell’evento oppure dalla nostra pagina Facebook Vinoteca Bologna

Se volete qualche altra informazione sull’Azienda Agricola Marmo qui trovate il loro sito web

Vendemmia 2017 cosa aspettarci dai vini di quest’annata

Cominciano ad arrivare i primi assaggi dei vini realizzati con le uve della vendemmia 2017. Vediamo allora com’è andata la vendemmia dell’anno scorso, una delle più particolari degli ultimi anni, caratterizzata da un clima che ha impresso la sua impronta durante tutto l’anno.

La Vendemmia 2017

La vendemmia 2017 è stata caratterizzata da eventi meteorologici unici, che hanno fortemente condizionato la vitalità e la produttività dei vigneti. Si è potuta osservare una riduzione drastica delle rese su quasi tutte le tipologie di vitigno: per intenderci la produzione enologica del 2017 è stata la più scarsa degli ultimi 70 anni.

In molte regioni le temperature sono state tra le più alte mai registrate; tra l’altro in quasi tutte le aree, il caldo è arrivato dopo una primavera contraddistinta da forti grandinate e ritorni di freddo. Tutti questi fenomeni, come già accennato, hanno contribuito ad abbassare notevolmente le rese (perdite dal 25% ad oltre il 50% nelle aree più danneggiate). Abbiamo avuto in media acini di piccole dimensioni con altissimo rapporto buccia/polpa, contenuti zuccherini  medio-alti e acidità in generale medio-basse.

Vendemmia 2017

I vini della vendemmia 2017

Cosa aspettarci dunque dai vini targati 2017 ?  Per prima cosa bisogna dire che sicuramente le condizioni descritte sopra hanno favorito i vini Rossi strutturati. Questi avranno colori  intensi, un equilibrato contenuto di alcool e di acidi e una buona struttura, sostenuta da una importante presenza di tannini. La componente aromatica sarà probabilmente l’aspetto enologico di più difficile gestione dell’annata.

I vini bianchi, contraddistinti da elevata acidità, sono quelli che con tutta probabilità dovranno essere gestiti con maggiore attenzione in cantina. Le basse produzioni, le alte temperature e l’anticipo della vendemmia hanno creato in molte zone d’Italia difficoltà a raggiungere il giusto livello di acidità.

Menzione particolare per il Nobile di Montepulciano 2017

E’ di cinque stelle su  cinque, il ‘rating’ della vendemmia 2017 del Nobile di Montepulciano. L’assegnazione si è svolta a Montepulciano (Siena) in occasione della giornata conclusiva dell’ “Anteprima del Vino Nobile“, dedicata alla presentazione delle nuove annate pronte ad andare in commercio.  Nonostante la bassa produzione, la vendemmia 2017  si è dimostrata davvero di elevata qualità. Il presidente del consorzio Piero Di Betto  ha commentato: “Al di là della qualità eccellente dell’ultima vendemmia, il dato che emerge da questa ultima Anteprima è che uniti si vince;  in un momento così particolarmente vivace per la nostra denominazione, i tanti progetti che come Consorzio stiamo portando avanti dimostrano come lavorando con obiettivi condivisi si possano raggiungere traguardi che presi singolarmente, avrebbero un valore meno rilevante a livello globale”.

 

La vendemmia 2017, per fare una sintesi finale, è stata un’annata estrema; molto povera per le gravi perdite subite a causa delle avversità meteoriche, che ha però portato ad una piccola produzione di buona o ottima qualità. Quindi, per i vini rossi, annata da acquistare e conservare in cantina.

Se hai trovato interessante questo articolo leggi gli altri e segui il nostro Blog “Scritte di Vino” oppure seguici sulla pagina Facebook della Vinoteca di Bologna o di WineBò

Il Vitigno Gewurztraminer o Traminer aromatico

Il Vitigno Gewurztraminer, è autoctono dell’Italia ed è prodotto sopratutto in Alto Adige e, più nello specifico, a Tramin (Termeno) un piccolo paese nella provincia di Bolzano. Il Traminer aromatico, o Termeno aromatico o Gewurztraminer (Gewürz significa “spezia” in tedesco), o ancora Savagnin, è un vitigno a bacca colorata di cui esistono due tipi: un traminer aromatico,  rosa, e un traminer rosso. Come si è detto, il suo particolare nome ha origine nel paese di Termeno, in tedesco Tramin, e da qui il termine Traminer. Era ben noto e sufficientemente diffuso, già attorno al XII secolo, ha avuto nel tempo una notorietà altalenante, venendo riscoperto e valorizzato negli ultimi anni.

Gewurztraminer vignaIl Vitigno Gewurztraminer

In Alto Adige viene maggiormente coltivato in Bassa Atesina, cioè tra Termeno e Cortaccia, soprattutto a pergola, ma più recentemente è stata introdotta la forma a spalliera su terreni argillosi e calcarei. Questo vino molto aromatico viene prodotto da un vitigno a buccia rosata, la sua foglia è piccola, tondeggiante, dalla forma pentagonale, il grappolo si presenta piccolo, compatto e tarchiato, l’acino è medio, dalla forma leggermente allungata; è  caratterizzato da una buccia piuttosto spessa che può presentare diverse tonalità dal rosso bruno sino al grigio, la polpa invece è rosata ed è contraddistinta da un sapore aromatico assolutamente peculiare.
Questo vitigno, particolarmente esigente, è mediamente produttivo, predilige i terreni marno-calcarei, argillo-sabbiosi e granitici e delle esposizioni riparate.

Le denominazioni

Vinificato in purezza (cioè utilizzando solo questo vitigno), o in unione con altri vitigni, dà vita alle seguenti DOC italiane:

  • “Trentino Doc” (Trentino Traminer aromatico),
  • “Alto Adige Doc” (Alto Adige Traminer aromatico),
  • “Colli Orientali del Friuli Doc” (Colli Orientali del Friuli Traminer aromatico),
  • “Carso Traminer Doc” (Carso Traminer),
  • “Collio Goriziano o Collio Doc” (Collio Goriziano Traminer aromatico),
  • “Friuli Grave Doc” (Friuli Grave Traminer aromatico),
  • “Friuli Isonzo, o Isonzo del Friuli Doc” (Friuli Isonzo Traminer aromatico),
  • “Friuli Annia Doc” (Friuli Annia Traminer aromatico),
  • “Friuli Latisana Doc” (Friuli Latisana Traminer aromatico),
  • “Friuli Aquileia Doc” (Friuli Aquileia Traminer aromatico superiore).

Gewürztraminer_Glass

Il Vino Gewurztraminer

Il colore del vino ottenuto dalle uve del Gewürztraminer è giallo paglierino, il profumo ricorda fiori, spezie e canditi, il gusto è dolce e aromatico. Si definisce aromatico il profumo primario  che riporta, nel ricordo, al gusto dell’uva.

 

Se vuoi, infine, approfondire ulteriormente le tematiche legate a questo splendido vitigno ti consigliamo le seguenti risorse:

Infine ovviamente se siete stati incuriositi dal Vitigno Gewurztraminer venite a provarlo in Vinoteca oppure lo potete trovare nel nostro negozio online.