Curiosità sul vino

Condividi questo articolo

Ciao a tutti, oggi vi propongo cinque Curiosità sul vino, alcune scientifiche, altre storiche. Sono tutte cose che si trovano facilmente spulciando un po’ in giro per la rete, ma è divertente vederle tutte assieme. Ecco allora…

Cinque curiosità sul vino

1 – NON FACCIAMOCI INFINOCCHIARE! La parola infinocchiare, il cui significato è raggirare, fregare, deriva proprio dal connubio fra vino e finocchio. Quando gli osti volevano rifilare vino rancido agli avventori, lo accompagnavano con piatti a base di finocchio, che, consumato crudo, addolcisce la bocca e altera la capacità di riconoscere i sapori.

2 – UN CALICE DI VINO BIANCO HA 225 kcal, un apporto calorico equivalente a quello di un piccolo Cheeseburger!

3 – ESISTE DA SEMPRE PERCHÉ… È FACILE DA FARE. Il segreto della longevità del vino sarebbe proprio la facilità con cui si ottiene (nelle lavorazioni con meno pretese). Si coglie l’uva, la si pigia, si lascia che il succo entri a contatto con i lieviti naturalmente presenti sulle bucce, e il “paleo-vino” è servito

4- UN TEMPO SI APPREZZAVANO DOLCI. Chi predilige i vini dal sapore asciutto e deciso rimarrebbe spiazzato, se potesse partecipare a una degustazione di 5.000 anni fa. Uno studio del 2008 sul vino nei villaggi neolitici dell’Asia antica ha concluso che un tempo la dolcezza era il tratto più apprezzato in questa bevanda. Sarebbe stata proprio questa caratteristica a facilitarne la diffusione

5 – PERCHÉ SI FA CON L’UVA? L’uva è il frutto ideale – e l’unico per definizione – per la produzione di vino perché contiene le giuste proporzioni di acqua, zuccheri, acidi e tannini (composti contenuti nella buccia, nei semi e nella parte legnosa del grappolo) necessarie alla fermentazione. Grazie a questo equilibrio perfetto i lieviti si moltiplicano e gli zuccheri si scindono in alcol e anidride carbonica. Le bevande ricavate dalla fermentazione di altri frutti richiedono l’aggiunta di ingredienti extra per raggiungere lo stesso bilanciamento (e comunque per legge non possono essere chiamati “vino”).

Se vi sono piaciute lasciateci un commento, un like o condividetele con i vostri amici, ci darete un supporto e ci aiuterete a crescere ! Seguici su facebook e instagram e scopri gli altri nostri articoli!

Facebook e instagram Winebò:  https://www.facebook.com/vineboi.win/   –  https://www.instagram.com/vini.winebo/

Facebook e instagram Vinoteca Bologna:  https://www.facebook.com/vinoteca.bo  –  https://www.instagram.com/vinoteca.bologna

Altri articoli: https://www.winebo.it/blog/

Un saluto a tutti e a prestissimo!

Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *